Caratteri e mobili principali

Stile classico: il Seicento



Caratteri: Il Seicento è caratterizzato dall'opposizione tra la fredda e sfarzosa severità dell' ultimo manierismo e dal più grandioso e stupefacente barocco che si va affermando.
Il mobile, seppure ancora saldo nella sua tradizione, avverte il decadere dei caratteri di sobrietà e di equilibrio che avevano dato all' Europa la misura del Rinascimento. Le linee dei mobili sono sobrie e diritte, ma tendono progressivamente ad addolcirsi. I caratteri di utilità cedono di fronte al valore sempre più importante della decorazione.

Il Legno: Continua ad essere impiegato il noce ed il legni massicci per  i mobili ad  intaglio. I mobili intarsiati in avorio o decorati in pietre dure sono per lo più in legno scuro o tinto di nero.

Si fa uso dell'impiallacciatura a fogli di ebano e di altri legni preziosi.

La decorazione: Nel Seicento la decorazione del mobile consiste nella scultura, arricchendosi, rispetto al Cinquecento, di particolari quali cariatidi e cornici intagliate disposte ed inventate con estro e fantasia.

I mobili principali del Seicento:



Sedia:
persiste, per quanto modificato nella decorazione , il modello a sgabello e il modello a "X."  La sedia tipica di questo periodo, così come lo sgabello di tipo francese, ha forma diritta e quadrata.

Seggiolone:
di forma rigida come la sedia, è reso comodo dall'ampiezza.

Tavolo:
il Seicento conosce una grande varietà di tavoli, pur rimanendo in auge quelli rinascimentali da "refettorio" , a mensoloni e a "desco".

Stipo: nei Seicento lo stipo diventa il mobile alla moda in Francia ed in Spagna. Il tipo più frequente è formato da un corpo superiore a sportelli o a cassetti, rialzato da terra da sostegni isolati intagliati o torniti.

Cassone: nel Seicento, questo mobile è ormai soppiantato dal cassettone.

Cassapanca: nel Seicento anche la cassapanca segue le sorti del cassone, rimanendo tuttavia importante in ambienti di attesa o di passaggio.

Letto:
è in auge il tipo a baldacchino che presenta agli angoli quattro colonne scanalate o tornite o variamente decorate che sono, nella struttura, la continuazione dei piedi, e reggono un " cielo" di tessuto prezioso.

Armadio: prevalentemente di quercia o di noce, si presenta sia nel tipo a due corpi sovrapposti simile allo stipo a quattro ante sia nel tipo, meno prezioso e più monumentale, a due ante.

Cassettone: la sua forma appare ormai definita con la fronte scomparta a cassetti, in numero variabile, con coppie di maniglie.

Studiolo:
Con fronte a cassettini o a ribalta ( scrittoio) , la sua forma è sempre più determinata dal gusto della decorazione, che lo rende un mobile preziosissimo.