Caratteri e mobili principali

Stile classico: il Barocco

 

Caratteri: Bizzarro e stavagante, il Barocco stimola la ricerca fuori dei limiti imposti dai rigidi modi classicheggianti. Il Barocco inventa forme, gioca con gli spazi e cerca di stupire con lo sfarzo dorato delle sue decorazioni.

Il Legno: Il Barocco impiega ogni tipo di legno: quercia, ebano, noce, pero annerito, legni da frutto, faggio e radiche dai nodi e dalle venature singolari. Largamente usati sono anche i legni scolpiti e dorati.
L'intarsio riceve nuovo slancio e vengono utilizzati legni colorati, palissandro, limone, legno di rosa oltre a legni di origine animale come corno, osso, avorio, tartaruga e madreperla.



La Decorazione: I motivi ornamentali ricorrenti in questo periodo sono i più disparati: foglie d'acanto, palmette, conchiglie, putti, teste femminili, trofei, corni, rocce, animali. Pur modificandosi, permangono motivi già in uso nel Cinquecento e nel Seicento come mostri, fauni, mascheroni e ghirlande. Compaiono inoltre i primi motivi orientaleggianti come cineserie, pagode, scimmie e fiori esotici. Anche la decorazione ad intarsio si arricchisce di motivi quali losanghe, scacchiere, mazzi di fiori, medaglioni e strumenti musicali.

I mobili principali del periodo Barocco:



Sedia: durante questo periodo la sedia è in legno scolpito, spesso dorato.

Poltrona: durante questo periodo nasce la poltrona, evoluzione del seggiolone secentesco.

Divano: il divano è il risultato dell'ampliamento del modulo della poltrona di cui conserva caratteri e particolari.

Tavolo: è tipico di questo periodo il modello largo e ricco, con gambe tortili, a balaustra o ricurve e con piani in marmo talora con venature rare o tarsie.

Scrittoio:
in questo periodo lo scrittoio è ancora il tipo derivato dallo studiolo toscano.

Cassettone: il piano è in legno o in marmo e le superfici e le impiallacciature sono riccamente decorate con intarsi  o con l'aggiunta di decorazioni metalliche o fogliami.

Console: questo tavolo da parete è un mobile tipicamente barocco; gli esemplari di quest' epoca sono scolpiti in maniera sfarzosa e riccamente decorati. Il piano è in marmo  pregiato o con commessi in pietre dure. Le gambe sono spesso soltanto due, arcuate verso l'interno.

Letto: in questo periodo nasce il letto di tipo francese detto " à la duchesse", derivato dal baldacchino secentesco. Appare molto più aereo in quanto il cielo è completamente sospeso ed unicamente unito alla parete sopra la testiera, ricoperto da stoffe preziose e composto di velluti e broccati che nascondono ogni parte in legno.

Armadio: in questo periodo il carattere momumentale di questo mobile è accresciuto dai fastigi scolpiti e sono in uso modelli ad uno o due corpi.

Credenza:
in questo periodo, il mobile a due corpi può avere la parte superiore con sportelli a vetri. Le ante ed i cassetti ripetono i motivi ad intaglio o altre decorazioni tipiche dell'epoca.

Libreria: rimane un mobile raro, riservato ai conventi ed agli studi.

Comodino:
in questo periodo anche questo piccolo mobile s'impreziosisce; estremamente raffinati sono gli esemplari napoletani.